Posts Tagged ‘UNESCO’

I SITI UNESCO DEL NOSTRO TERRITORIO

June 5th, 2014 | By Valentina Guerranti in Dintorni, Escursioni, Parco San Marco | No Comments »

SACRI MONTI DI VARESE E OSSUCCIO

SP_SITUNE_MAIN_SACRI_MONTI_VARESE_E_OSSUCCIOSacri Monti dell’Italia settentrionale sono gruppi di cappelle e altri manufatti architettonici eretti fra il XVI e il XVII secolo. In aggiunta al loro significato simbolico e spirituale, possiedono notevoli doti di bellezza e sono integrati in un ambiente naturale e paesaggistico di colline, boschi e laghi. Queste le motivazioni che hanno spinto l’Unesco ha includerli nella lista del Patrimonio Mondiale nel 2003.

Il Sacro Monte sopra Varese sorge a 883 m. s.l.m., il percorso devozionale si sviluppa lungo le pendici del Monte Velate, in una splendida posizione panoramica che volge lo sguardo sui laghi prealpini e della pianura. Al Sacro Monte di Varese hanno lavorato artisti importanti nel panorama culturale lombardo, quali Giovan Mauro della Rovere, uno dei Fiammenghini, Pier Francesco Mazzucchelli, detto il Morazzone, fra altri.

madonna-soccorsoPosto sul lato occidentale del Lago di Como, il Sacro Monte di Ossuccio ha un notevole valore paesaggistico. Il complesso devozionale è situato su un pendio immediatamente alle spalle di Ossuccio (419 m s.l.m.), di fronte all’isola Comacina, in una splendida posizione panoramica sul lago. Il Sacro Monte è costituito da quindici cappelle dedicate ai Misteri del Rosario, realizzate tra il 1635 e il 1710. Queste sono distribuite lungo una strada acciottolata che conduce al santuario, costeggiando coltivazioni di ulivi che conferiscono al complesso una grande armonia fra architettura e paesaggio.

IL MONTE SAN GIORGIO

monte san giorgio panorama

Il Monte San Giorgio rappresenta la migliore testimonianza di una storia geologica risalente al Triassico 245–230 milioni di anni fa e, attraverso le migliaia di fossili rinvenuti dal XIX secolo fino ai giorni nostri, ha permesso di studiare l’evoluzione di alcune specie animali e vegetali. Il sito presenta i resti di un ambiente di laguna tropicale, separato dal mare aperto, vicino a terre emerse, il cui contenuto paleontologico comprende organismi anche terrestri quali rettili, insetti e piante.

La piramide rocciosa del Monte San Giorgio, con i suoi 1.097 metri di altezza, sorge a cavallo tra la Lombardia e il Canton Ticino, tra i due rami meridionali del Lago di Lugano, Porto Ceresio (Italia) e Capolago (Svizzera).
Dal XIX secolo ad oggi sono stati rinvenuti 21.000 esemplari che hanno permesso di studiare la storia e l’evoluzione di numerose specie animali e vegetali, alcune delle quali esclusive del Monte San Giorgio che lo rende un punto di riferimento per gli studi del Triassico medio.

I CASTELLI E LE MURA MEDIEVALI DI BELLINZONA

I castelli di Bellinzona si annoverano fra e più mirabili testimonianze dell’architettura fortificata medievale in Svizzera. La configurazione odierna della chiusa bellinzonese, che ha le sue lontane origini in un nucleo tardo-antico sito sulla collina di Castelgrande, si deve sostanzialmente alla complessa attività edilizia promossa dai duchi di Milano nel Quattrocento. Rimonta a quell’epoca la costruzione di un possente impianto difensivo che sbarrava la valle del Ticino in tutta la sua larghezza per arrestare l’avanzata dei confederati. Ancora oggi questa fortificazione, con le sue mura merlate, le torri e le porte, non cessa di destare meraviglia.

Dopo ricostruzioni avvenute nei secoli, restauri e migliorie recenti i tre castelli, castello-2_slideshowCastelgrande, Montebello e Sasso Corbaro hanno ricevuto  nel 2000 dall’ UNESCO il riconoscimento di Patrimonio mondiale dell’umanità.

Oggi il mezzo più semplice per salire al Castelgrande è l’ascensore, che dalla base della collina porta direttamente all’interno del complesso.

 

Silvia Crosta, Reception