All Posts from July, 2017

Alpeggi nelle nostre valli

July 31st, 2017 | By Endy Broglio in Dintorni, Escursioni, Parco San Marco, Per saperne di più, Umgebung, Wissenswertes | No Comments »

Raggiungo San Nazzaro Val Cavargna nell’omonima valle, abbandono la SP10 per proseguire su Via Tecchio e giungere a quota 1300 m dove trovo un piccolo parcheggio nel bosco (spazio per 5/6 macchine). Nella stagione invernale questo tratto di strada è spesso impercorribile perché ghiacciato o innevato.

É facile raggiungere Cavargna (1071 m) che, con le sue frazioni di Mandraco (1139 m) e Vegna (1119 m), è il comune più alto della provincia di Como. Di origine pre-romana, Cavargna presenta un aspetto relativamente moderno, con poche testimonianze del suo passato. Anche la chiesa parrochiale di S.Lorenzo è stata costruita nel 1967 e del precedente edificio secentesco conserva solo il campanile. Caratteristico è il cosidetto “bosco sacro”, a monte dell’abitato, che ha conservato nel tempo la sua funzione di barriera antivalanghe.

cavargna

Nel Museo della Valle (sorge nei pressi della chiesa parrocchiale) è possibile visitare nelle sue dieci sale gli ambienti tipici della cultura contadina della valle. Di particolare interesse sono le ricostruzioni dedicate ai “magnani” (calderai), agli “spalloni” (contrabbandieri) e alle tecniche di estrazione del minerale ferroso. Da Cavargna, per un tortuoso percorso stradale che porta fino a Buggiolo, in Val Rezzo, si raggiunge il Passo della Cava (1148 m) e poi il piccolo nucleo di Dasio Val Rezzo dove, nei pressi dell’ex caserma della Guardia di Finanza (1180 m), si lascia la macchina. Qui ha inizio il tracciato per S.Lucio e l’Alpe di Tabano. Il colpo d’occhio sulla Val Rezzo è ampio e rilassante. Il facile percorso si snoda fra cespugli di ginestre che in primavera si colorano di un giallo fosforescente. Una ragnatela di sentieri permette di evitare i tornanti della strada che, zigzagando, si inerpica tagliando il fianco della montagna. In poco più di un’ora si arriva alla “chiesetta del Cepp” dove c’è un’area attrezzata per la sosta. E’ questo un punto di sosta obbligatorio per chi percorre il “Sentiero delle 4 Valli”, provenendo da Cavargna, prima di scendere verso Seghebbia e per le mandrie di mucche (per loro c’è un grande abbeveratoio), quando transitano in occasione della transumanza verso gli alpeggi.

sanlucio

Ripreso il cammino, si attraversa un maestoso faggeto e si sbuca nei pressi di un roccolo (1380 m) per poi imboccare sulla sinistra il sentiero che, snodandosi in salita a monte della strada, in mezzo ai cespugli di mirtilli e di rododendri, vi porta fin sotto l’oratorio di San Lucio (1542 m). Questo edificio, esistente già nel sec. XIV, è stato più volte ampliato e rimaneggiato, ma ha conservato intatto nel tempo il suo fascino, rievocato all’interno dai bellissimi affreschi tardogotici recentemente restaurati. La tradizione popolare identifica in San Lucio un mandriano locale, vissuto nel sec. XIII, che fu ucciso dal padrone, in quanto troppo caritatevole nei confronti dei poveri (l’iconografia popolare lo raffigura intento a distribuire loro del formaggio). San Lucio venerato come patrono dei mandriani e dei casari, viene ricordato il 12 luglio di ogni anno, dagli abitanti di Cavargna che si recano in processione fino all’oratorio e il 16 agosto, giorno di S.Rocco, con una festa popolare, che riunisce gli abitanti delle valli limitrofe italiane e svizzere. Nei pressi il rifugio S.Lucio , ricavato dall’ex caserma della Guardia di Finanza ed offre quanto meglio serve agli escursionisti in cerca di ristoro.

 

Proseguire verso il Monte Garzirola è facile: basta seguire lo sterrato che porta in direzione dell’Alpe Tabano, passare accanto alla grande bolla chiamata “il laghetto di San Lucio”, dove la leggenda dice che il santo sia stato ucciso, proseguire sulla sinistra lungo la linea di confine, ancora visibile per i brandelli di reticolato abbandonato e per alcuni cippi dedicati ai militari delle Fiamme Gialle morti nel tentativo di contrastare il fenomeno di contrabbando.
Non alberi, ma un manto di erba e di fiori, che copre il dolce crinale vi accompagnerà fin sotto la cima della Garzirola. Fino al piano (1976 m), dove sorge l’omonimo rifugio (anche questo ricavato da un ex caserma e aperto solo nei mesi estivi), che invita ad una sosta prima di salire fino alla grande croce posta sulla cima rocciosa (2116 m), ormai vicinissima. Da qui, nelle giornate più limpide, si possono osservare a 360° laghi e monti in un susseguirsi di visioni mozzafiato.

MonteGarzirolaPanorama2

Family Festival, decine di eventi a portata di bambino

July 17th, 2017 | By Roberto Fornari in Dintorni, Parco San Marco, Per saperne di più | No Comments »

Al Parco San Marco ci sono tantissime occasioni per fare divertire i bambini ed i teenager. Si parte dal CBBB per arrivare al Mini Club e per finire nel Teenager Club.

Gli animatori sono sempre pieni di entusiasmo per proporre sempre delle gioiose attività.

Family Festival

Ma anche al di fuori del nostro resort le iniziative sono tante. In particolare desidero segnalare  il Family Festival a Lugano.

Gli organizzatori di LongLake Festival hanno pensato a tutti, e quindi non poteva mancare una serie di appuntamenti dedicati ai più piccoli. Si tratta del Family Festival, che si concluderà il 31 luglio in varie location: il Palazzo dei Congressi, il Cinema Iride e il Parco Ciani.

resized_650x365_origimage_667745

Il Family Festival si rivolge a tutti, il programma é stato pensato per permettere ai bambini e ragazzi dai 0 a 15 anni di condividere dei momenti con le loro famiglie, oltre a proporre quasi un centinaio di eventi ad hoc per i più giovani.

I vari weekend sono stati pensati con delle tematiche precise durante i quali gli organizzatori hanno voluto dedicare l´edizione a quattro tematiche molto importanti come il gioco integrativo, l´empatia.

Le prossime tematiche ad esempio saranno:

- sabato 22 luglio e domenica 23 luglio “Ri dare vita“, giornate dedicate al riuso, al riciclo e al rispetto per la terra;

- sabato 29 luglio e domenica 30 luglio “Diritto al cuore”, giornate dedicate ai diritti dei bambini.

musicacheticulla

Sono tutte tematiche universali sulle quali gli organizzatori  hanno voluto portare l’attenzione dei bambini e le loro famiglie. In questi weekend tutte le attività, i laboratori, le mostre e gli spettacoli saranno un’invito a riflettere insieme.

Pics: https://longlake.ch/family/

LONGLAKE FESTIVAL LUGANO

July 3rd, 2017 | By Annalisa De Maria in Dintorni, Escursioni, Parco San Marco, Per saperne di più, Sapienza | No Comments »

Anche quest’anno a Lugano, dal 28 giugno al 1° agosto, va in scena la 7° edizione del Long Lake Festival, uno dei più grandi open air urbani della Svizzera! Ogni giorno, eventi e intrattenimenti dal pomeriggio fino a tarda notte.
Concerti, musica per tutti i gusti, letteratura, incontri, animazioni, spettacoli di teatro e danza, cinema, attività per bambini, installazioni di arte urbana invaderanno e movimenteranno le vie, le piazze e i parchi pubblici della città dando vita ad un intenso incontro tra artisti e pubblico.

Longlake Lugano
Il Festival, organizzato dalla Divisione Eventi e Congressi della Città di Lugano, ospiterà varie manifestazioni tra cui:

BUSKER FESTIVAL: un apparente delirio di freaks, artisti, eghi, musicisti che in cinque giorni si compone e scompone in un’armonia artistica di bellezza e pienezza. Il Festival rende omaggio alla prestazione artistica di strada che, pur nell’essenzialità dei mezzi, dà vita a performance di qualità.

ROAM ROAM: è il festival interamente dedicato alla musica live. Quest’anno il festival si concentra in sei serate consecutive, dal 25 al 31 luglio, portando a Lugano, nella splendida cornice del Parco Ciani, le principali stelle della scena electro pop, alternative e world del momento.

ESTIVAL JAZZ LUGANO: Estival propone un programma entusiasmante e particolarmente sorprendente che, oltre a soddisfare tutti gli appassionati del Jazz, torna ad esplorare il ricchissimo mondo della musica contemporanea con i suoi ritmi, colori e melodie con lo spirito di sempre, orientato alla conoscenza di culture diverse, alla tolleranza e alla convivenza.

FAMILY: il Festival offre proposte di vario genere pensate per le famiglie e i più piccini: letture di fiabe, teatri per l’infanzia, cinema, spettacoli di clowneria, mostre, e tanti laboratori durante i quali i bambini e i ragazzi potranno imparare divertendosi.

llpiazza-20riforma

CLASSICA: i ventiquattro Capricci di Nicolò Paganini interpretati in una serata, Der Heyser Bulgar sotto le fronde del Boschetto del Parco Ciani, e Blagoslavlyayu vas, lesa (“Vi benedico, foreste”) di Pyotr Ilyich Tchaikovsky, le tre Sonate e le tre Partite di Johann Sebastian Bach per violino solo, Funiculì-Funiculà arrangiato da Arnold Schönberg, la Sequenza XIV per violoncello solo di Luciano Berio, pagine del Drexel Manuscript di Karl Friedrich Abel, il Fandango di Aldemaro Romero, i sei Capricci di François Adrien Servais per due violoncelli… e molto ancora al LongLake Classica Festival 2017!

WORDS: con L. Cohen sussurriamo che la luce entra nelle crepe presenti in ogni cosa, con A. Camus esclamiamo che la cultura è il grido dell’uomo di fronte al proprio destino.
In Words c’è voglia di autenticità.

URBAN ART: Urban Art è un cantiere di iniziative artistiche che spazia in ambiti sperimentali diversi e mette in relazione i cittadini con il contesto urbano e con temi di richiamo.

LONG LAKE PLUS: LongLake plus raccoglie le altre proposte, organizzate durante il periodo del Festival LongLake (28 giugno – 1 agosto), che animano l’estate luganese. Pur non costituendo un festival, LongLake plus completa l’offerta festivaliera coinvolgendo molti altri organizzatori e aumentando la visibilità dei diversi cartelloni estivi.

In conclusione, gli eventi in agenda sono vari e per tutti i gusti! Perciò non lasciatevi sfuggire questo fantastico festival e i suoi intrattenimenti mentre soggiornate presso il Parco San Marco!

lugano_buskers_festival