All Posts from May, 2014

Escursioni nelle valli della regione

May 25th, 2014 | By Endy Broglio in Parco San Marco | No Comments »

rogoloneRogolone è una meravigliosa quercia  che si trova ,  su una radura ritagliata tra i boschi della Val Menaggio, in Comune di Grandola ed Uniti. In virtù della sua folta chioma e del suo maestoso tronco (della circonferenza di 8 metri), questa quercia di circa 275 anni non può che lasciare a bocca aperta i visitatori, generando in loro quel timore reverenziale che tutti i vecchi saggi sanno suscitare.tra cui riti celtici venivano fatti rievocando gli antichi saggi druidi .facendo una ricerca approfondita possiamo notare che abbiamo un collegamento con le leggi dell’universo  e ERMETE TRISMEGISTO .
Punto focale di molte leggende che parlano di streghe e di sabba organizzati all’ombra dei suoi rami, questo monumento naturale ha vegliato anche sulle prime assemblee governative locali ed ha acquisito nel tempo un valore tale da suscitare l’interesse del. A pochi passi dal Rogolone, si erge un altro albero monumentale, di qualche decennio più giovane: il Rogolino, quercia centenaria di 183 anni.

sant'amaaA Sant’ Amàa e alla vicina Alpe Nesdale si rinnovano riti antichi di celebrazione della fecondità del bestiame e dei pascoli. Qui si vede che il cibo è sacro, frutto dei doni del creato, della terra, dell’erba, degli animali, del lavoro dell’uomo.

Per l’occasione viene celebrate  una cerimonia del ‘taglio della prima forma’ cui era stata associata la benedizione dei fabbricati, del bestiame, delle persone e dei pascoli da parte del parroco. riferimenti a partire dalla riflessione sul significato del cibo, dell’uso della  terra, del ruolo degli animali

La Val dei Ratti, in rapporto alla sua ampiezza ed alle possibilità escursionistiche offerte, è molto probabilmente la meno nota ed apprezzata fra le valli non solo della Valchiavenna, ma dell’intera provincia. Non senza motivo. È, insieme alla Val Codera (che però gode di una ben maggiore notorietà, anche per essere attraversata dalla prima tappa del celeberrimo Sentiero Roma).

san nazzaro

San Nazzaro, con i suoi 996 metri di altitudine, è il comune più centrale della Val Cavargna. Come per il vicino paese di San Bartolomeo, anche nel suo territorio sono presenti tanti insediamenti montani: i principali sono Rovolè, Grumia, Forni Vecchi, Tecchio, Dela, Sella. Al comune appartiene anche l’alpeggio di Piazza Vachera che si trova sotto la cima del Pizzo di Gino (2245 metri).

Il Rifugio Boffalora sorge sull’omonimo valico tra il Monte di Lenno (m. 1589) e la Cima Duaria (m. 1447).
Primo itinerario: in auto
Lasciamo la statale 340 Regina verso la fine di Argegno (Co) per deviare a sinistra ed imboccare la provinciale 13 della Valle d’Intelvi con la quale saliamo fino a San Fedele e poi giriamo a destra (Largo IV Novembre, Via Blessagno) per Pigra.
A Pigra prendiamo a sinistra una stradina (Via Militare) che conduce dapprima al Rifugio

Secondo itinerario: da Ossuccio 

Il Rifugio Venini-Cornelio è situato alla Bocchetta di Calbiga.

Lasciamo la statale 340 Regina verso la fine di Argegno (CO) per deviare a sinistra ed imboccare la provinciale 13 della Valle d’Intelvi con la quale saliamo fino a San Fedele e poi giriamo a destra (Largo IV Novembre, Via Blessagno) per Pigra.
A Pigra prendiamo a sinistra una stradina (Via Militare) e la seguiamo ignorando alcune deviazioni.

Estate Lifestyle @ Parco San Marco: I nuovi trend dello “smart casual”

May 17th, 2014 | By Wendy Koppen in Parco San Marco, Per saperne di più | No Comments »

La bella stagione è ormai alle porte, voglia di sole, caldo, divertimento e bella vita. Questo è ció che vogliamo per i nostri ospiti al Parco San Marco. Ma quali sono i nuovi trend dell´estate 2014?

Ecco alcuni semplici consigli di stile per vivere una vacanza al top e per non passare inosservati presso la nostra spiaggia privata o durante un giro in barca sul nostro meraviglioso lago oppure durante una cena romantica sulla terrazza de “La Masseria-Beach Terrace & Grill”.

Per iniziare la “Donna Parco San Marco” dovrebbe farsi ispirare dai freschi colori dell´estate e dalla meravigliosa natura che ci circonda. Lasciatevi sedurre dalle mille sfumature del verde, partendo dall´intenso verde delle giovani foglie fino al brillante verde smeraldo del Lago di Lugano.

moda colori estate

donna costumeMa come dimenticare i colori flou! Bikini fucsia, come le nostre buganvillee fiorite o gialli come il bel sole che splende sempre sopra il nostro Resort! Senza peró rinunciare al classico nero, impreziositi magari con inserti in metallo o gioielli, come quelli esposti presso le nostre vetrine dell´artista Rosy Maccaronio.

Portate con Voi un comodo sandalo od un infradito arricchito con gemme colorate e brillanti punti luce! Pizzi, sete, lino e leggero cotone: ecco a Voi i tessuti MUST HAVE per le Vostre giornate di relax. E per l`aperitivo al tramonto? Immancabili saranno un paio di Rayban, i colori caldi della terra e del sunset.. Lasciatevi trasportare dalle bollicine dei Vostri Spritz: l´oro, l´arancione ma anche un seducente bianco. Il tacco si alza e l´orlo si accorcia.

moda bianca

Sono le 20:00 e Voi siete belle e amate la vita: largo quindi alla seduzione! Da quanto tempo non avete piú cenato con il Vostro amato a lume di candela con una vista mozzafiato? Che sia un aderente tubino nero od un leggero abitino in seta con stampe floreali, l´importante è sentirsi meravigliosamente a proprio agio. Attenzione però a non esagerare con i tacchi: la nostra carta dei vini è tanto varia e ottima quanto numerosi sono gli scalini per poi ritornare alla Vostra Suite!

minigonne

uomoOra invece qualche consiglio per l´” Uomo Parco San Marco”. Lasciate a casa le bianche canottiere a costine della nonna, i sandaletti coi calzini e lo zarro che c´è in Voi! Abbracciate invece lo stile “Cummenda”. Mocassini in vitellina, camicie di lino, polo e bermuda (obbligatoriamente sotto il ginocchio a meno che non siate un sosia di Cristiano Ronaldo) saranno i Vostri nuovi capi preferiti. Il bianco, l´azzurro, il blu, il khaki saranno invece i colori che non potranno mancare nella vostra valigia.

scarpeNoi italiani siamo famosi per i nostri pittori, scultori, per i nostri poeti ma anche per i nostri inimitabili stilisti che tutto il mondo ci invidia: ecco allora un consiglio per trovare ottimi capi di eccellente fattura e sartoria a prezzi imbattibili! A solo 40 minuti dal Parco San Marco potrete infatti sbizzarrirvi in spese pazze presso il piú grande Outlet di tutta la zona, il Fox Town con oltre 160 negozi a prezzi scontati tutto l´anno dal 30 al 70% tra cui troverete le grande firme italiane come Missoni, Gucci, Dolce & Gabbana, Versace, Prada, Armani e tanti altri ancora.

Paola Mazzo
- Ufficio prenotazioni

La leggenda della apice dell´amore

May 9th, 2014 | By Roberto Fornari in Parco San Marco, Per saperne di più, Sapienza | No Comments »

Questa è la meravigliosa leggenda di Ingrid e Giorgio.

Nel lontano 1485 …..

Ingrid è la tipica bella ragazza teutonica, dai capelli biondi , occhi azzurri e di una dolcezza celata dalla riservatezza.

È una ragazza curiosa che non esita a sfidare il pericolo per conoscere il mondo.

Ingrid è vita.

Giorgio. È un italiano. E questo basterebbe a descriverlo. Comunque di lui si sa che è una ragazzo robusto, forte nell´animo. Originario della Val Cavargna, conosce tutti gli anfratti, tutti gli angoli piú belli di tutta la Valle che scruta Porlezza ed il lago.

Giorgio passa tutta l´estate in montagna insieme al suo gregge. È un ragazzo spensierato.

Roberto SeeEra il 21 giugno … la giornata piú lunga e luminosa dell´anno.

Ingrid quel giorno era in gita sul monte Bré e la sua voglia di scoprire il mondo la portó molto lontano. Attraversó diverse valli, arrivò fino in Italia. Quel giorno era proprio felice. Non si accorse che si era allontanata troppo e che non sarebbe riuscita a tornare indietro poiché la notte stava arrivando.

Giorgio era sulla sua montagna. Nel silenzio del tramonto sentiva in lontananza un canto dolcissimo e un pianto malinconico. Giorgio si mise in cammino nella direzione di questi suoni.

Arrivó nel suo luogo preferito della montagna e lí vide Ingrid.

I loro sguardi si incrociarono.

Herz

I due ragazzi non si capivano. La ragazza in tedesco tentava di spiegare come mai era lí mentre Giorgio in silenzio si sentiva rapito da tale bellezza.

Dovevano passare la notte in quel luogo incantato.

Un venticello fresco avvolgeva i due ragazzi. Giorgio abbracciò Ingrid per darle un po´di tepore.

E poi … un solo bacio.

Ingrid si addormentò quasi subito mentre Giorgio rimase sveglio fino all´alba a vegliare la ragazza.

All´alba anche lui si addormentò.

Al suo risveglio Ingrid se ne era giá andata.

Giorgio scoppiava d´amore per Ingrid.  Era puro amore..

Lui la cercó a lungo e in particolare il 21 giugno di tutti gli anni si recó in quel luogo. Non la rivide mai piú.

In quel luogo aveva vissuto un momento d´amore forte , bello, puro e immenso.

Aveva vissuto l´apice dell´amore. Qualcuno lo ha paragonato al sentimento di Platone che immaginava la purezza e la perfezione delle idee nel mondo iperuranico.  Ma in questo caso tale emozione si trova in un posto ben preciso sulla terra.

Da allora migliaia di innamorati da ogni parte del mondo si recano in questo luogo  per provare la stessa incredibile ed intensa sensazione.

 

AmorNota importante: Raggiungere questo luogo non è facile. È un luogo incantato e bisogna credere alla leggenda per poterlo raggiungere.

Bisogna avere la consapevolezza che si  proverà un brivido d´amore. Una emozione intesa, bella, spensierata, sognatrice e semplicemente unica.

Sono in pochi a sapere da dove si parte …. Ma se venite al Parco San Marco e chiedete tale informazione dovete rivolgervi  a Giovanna o a Roberto … loro sanno dove si trova questo posto segreto.

Sanno dov´è l´apice dell´amore ….

«Prima di amare, io non ho mai vissuto pienamente.»
(E. Dickinson)